fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

UNA PROCEDURA D’URGENZA PER RIAPRIRE IL PORTO DI PESCARA

Il Presidente della Confcommercio Pescara, Franco Danelli:

“La Confcommercio di Pescara interviene, nell’imminenza della chiusura del Porto di Pescara ordinata dalla Capitaneria di Porto, per chiedere l’attivazione di una procedura d’urgenza per accelerare l’iter per rendere nuovamente agibile l’infrastruttura portuale.

La chiusura del Porto sta già causando danni economici a tutta la marineria pescarese e a tutto l’indotto commerciale che gravita attorno al settore della pesca.

Occorre avviare immediatamente l’escavazione della parte antistante la darsena della diga foranea e successivamente, con eguale tempestività, valutare la compatibilità del materiale recuperato al fine di utilizzare lo stesso  per interventi di ripascimento dei tratti del litorale abruzzese soggetti ad erosione.

Con un intervento relativamente poco costoso si potrebbe in tal modo rendere funzionale il Porto di Pescara e al contempo recuperare circa 50.000 metri cubi di arenile prezioso per tanti comuni costieri, fra cui Montesilvano, Silvi, Francavilla e Pescara, che sarebbero interessati a utilizzare tale materiale per interventi anti erosione.

Per evitare il ripetersi di questa gravissima situazioni sollecitiamo anche le procedure finalizzate a realizzare il prolungamento del molo nord del Fiume oltre la diga foranea”.

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners