fb bigfb bigfb big

Sei qui: HomeArchivio NewsInterventiNewsInterventi

“NO ALLA CHIUSURA DEL CENTRO ALLE AUTO: UN PROVVEDIMENTO DI FACCIATA, INUTILE E DANNOSO PER IL COMMERCIO”

            “Apprendiamo con sconcerto e incredulità dell’intenzione dell’Assessore Comunale all’Ambiente, Simona Di Carlo, di portare all’attenzione della riunione di domani, inerente il problema smog, una proposta di chiusura del centro alle auto.

            Si tratta di un provvedimento di facciata che va assolutamente scongiurato in quanto inutile per risolvere il problema inquinamento e dannoso per il commercio cittadino.

            Puntualmente ogni anno, con l’accensione degli impianti di riscaldamento, si alza il livello delle polveri sottili e vengono paventate inutili chiusure al traffico, quando è stato ampiamente accertato che l’inquinamento atmosferico nei centri cittadini è dovuto quasi totalmente alle emissioni per il riscaldamento degli edifici.

            E’ assolutamente dannoso parlare di chiusure al traffico, domeniche ecologiche, targhe alterne o di altri provvedimenti similari che allontanano i visitatori dalla nostra città nel momento in cui stiamo facendo tutto il possibile per incrementare le presenze dei consumatori nel centro cittadino, in un periodo cruciale per il commercio come il Natale, con tante iniziative tra cui la seconda edizione delle  Luci d’Artista.

            Siamo invece favorevoli ad incrementare le corse dei Bus Navetta gratuiti al fine di favorire coloro che intendono lasciare l’auto nei punti di raccolta, tra cui il parcheggio della stazione.

            Ribadiamo che Pescara è una città a vocazione commerciale che vive sulle attività del commercio, del turismo e dei servizi, attività che non possono essere mortificate da decisioni improvvisate e non concordate con i portatori di interesse.

            Tornando al problema delle polveri sottili elenchiamo nuovamente le misure che da sempre la nostra associazione ha proposto per la mitigazione della problematica in questione:

-          abbassamento del livello del riscaldamento negli uffici pubblici a 18°, promuovendo al contempo la sostituzione degli impianti a gasolio con sistemi meno impattanti e contestuale invito alla cittadinanza a tenere il livello del riscaldamento sotto i 20°;

-          attuazione di un programma sistematico di lavaggio delle strade, dalle quali si alzano le famigerate polveri sottili depositate dagli impianti di riscaldamento;

-          maggiore efficienza ambientale del trasporto pubblico, attraverso utilizzo di bus elettrici;

-          attuazione di un piano integrato della mobilità che preveda un piano del traffico, dei parcheggi e dei trasporti con istituzione continuativa dei bus navetta dal parcheggio della Stazione”.


puls dx pdf corsi partenza

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners