fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

LE PREVISIONI DEL CENTRO STUDI CONFCOMMERCIO SULLE VENDITE DI NATALE

E’ stata pubblicata ieri la consueta analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio sulle tendenze di acquisto durante le prossime Festività Natalizie da cui emerge che gli italiani spenderanno per i regali di Natale 171,00 euro a testa.

Si tratta di una spesa in linea con lo scorso anno che svilupperà consumi per 100 miliardi di euro a cui contribuiscono i 27 miliardi di euro delle tredicesime. A fare regali sarà l'86,3% (86,1% nel 2017) e fra questi il 44,8% ritiene che fare regali sia una spesa piacevole.

Tra i prodotti più venduti a dicembre, l'elettronica di consumo, prodotti per l'informatica, giocattoli e articoli per il tempo libero, intorno al 13% mentre abbigliamento e calzature, si attestano all’11%.

Il commento di Enzo D’Ottaviantonio - Presidente Provinciale Federmoda/Confcommercio:

“L’inizio del mese di dicembre è stato al di sotto delle aspettative ma ci aspettiamo molto dai due prossimi week-end che sono quelli in cui si concentra la maggior parte degli acquisti natalizi. Certo non aiuta la recente liberalizzazione delle vendite promozionali che ha consentito sconti e promozioni anche sotto Natale rendendo ancora più difficile il nostro lavoro.

Ci auguriamo che l’attrazione delle Luci d’Artista e il tempo clemente che si prevede induca tante persone a venire a comprare nei negozi di Pescara privilegiando la qualità e il servizio dei commercianti tradizionali rispetto all’invasione delle catene low cost ormai presenti ovunque e non solo nei Centri Commerciali.

Favorire il commercio locale significa dare forza al tessuto imprenditoriale del territorio e dare un futuro ai nostri figli visto che le risorse continuano a circolare in città anziché uscire dal circuito verso le multinazionali.

In questo periodo in cui si parla tanto di sicurezza occorre aiutare il piccolo commercio di vicinato che con le insegne accese e il costante presidio delle vie è un baluardo fondamentale per evitare che la città divenga più buia, più brutta ed insicura.”

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners