fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

VENERDI’ 3 MAGGIO ALLE 20.30 LA CONFCOMMERCIO HA INCONTRATO NELLA PROPRIA SEDE I CANDIDATI A SINDACO DI PESCARA

 Venerdì 3 maggio, a partire dalle 20.30, si è tenuto presso la sede della Confcommercio l’incontro con i candidati a Sindaco di Pescara, con il seguente programma di interventi:

20.30 - Incontro con i candidati del Centro-Sinistra (in ordine alfabetico Gianluca Baldini, Stefano Civitarese, Carlo Costantini, Marinella Sclocco e Gianni Teodoro)

21.30 - Incontro con Erika Alessandrini, candidata del Movimento Cinque Stelle

22.00 - Incontro con Carlo Masci, candidato del Centro Destra

Nel corso degli incontri, aperti agli operatori economici della città, sono state presentate ai candidati a Sindaco alcune richieste della nostra associazione riportate di seguito.

****************************************************************************************

Franco Danelli, presidente di Confcommercio Pescara:

In questo incontro abbiamo chiesto a ciascun candidato di impegnarsi sin d’ora ad istituire un comitato permanente di Dirigenti Confcommercio e di altre Associazioni di Categoria con il Sindaco e i Dirigenti Comunali per esaminare i progetti di sviluppo economico, turistico, culturale e ambientale della nostra Città iniziando da un nuovo piano dei parcheggi e della viabilità per auto e bici.

Un tavolo quindi di indirizzo economico che si riunisca con cadenza trimestrale e che condivida con gli imprenditori le azioni per lo sviluppo del nostro territorio.

PESCARA E’ SEMPRE STATA MOLTO ATTRATTIVA PER LA SUA POSIZIONE E PER LE SUE ATTIVITA’, MALGRADO LE DIFFICOLTA’ CREATE DALLE PRECEDENTI AMMINISTRAZIONI COMUNALI CHE AVEVANO CHIUSO IL CORSO PRINCIPALE, RISTRETTO ALTRE STRADE IMPORTANTI ED ELIMINATO DIVERSI PARCHEGGI LUNGO LE STRADE CITTADINE PER FARE BREVI, INUTILI, COSTOSI E PERICOLOSI TRATTI DI PISTE CICLABILI, CHE DOVRANNO ESSERE OGGETTO DI UNO STUDIO FINALIZZATO AD UNA RETE RAZIONALE E BEN ORGANIZZATA.

Pescara è una città in espansione che vive di commercio, di turismo e di servizi, e quindi ha bisogno di attrarre il maggior numero possibile di persone in città. La Confcommercio di Pescara si è sempre battuta per lo sviluppo delle infrastrutture materiali e immateriali per rendere la nostra città facile ed accessibile. Tutte le proposte della nostra associazione hanno tenuto conto delle esigenze delle persone e della sostenibilità ambientale e sono state orientate allo sviluppo economico ed occupazionale del territorio, senza il quale la collettività si impoverisce ed inizia il declino sociale ed economico.

 

RIQUALIFICAZIONE AREA DI RISULTA, VIABILITA’ E PARCHEGGI

Abbiamo contrastato il progetto dell’Amministrazione uscente perché avrebbe consegnato ai privati la gestione dei parcheggi lungo le strade della Città con applicazione di tariffe esorbitanti, avrebbe ridotto il numero di posti auto nell’area di risulta con una stazione autobus sotterranea, costosa, insufficiente e insalubre.

Tutto il contrario di quello che serve a una città come Pescara che vive di commercio e turismo, e che ha bisogno di facilitare il più possibile gli arrivi offrendo una grande disponibilità di servizi e di posti auto a tariffe popolari.

Tutto questo è presente nel progetto commissionato a nostre spese e offerto all’Amministrazione Comunale, progetto che prevede un multipiano sul lato Nord dell’area di risulta rivestito da pannelli fotovoltaici.

Al piano terra una Nuova Stazione di circa diecimila mq. coperti per gli autobus urbani, interurbani e internazionali come i Flixbus. Sempre al piano terra altri diecimila mq. di servizi per i viaggiatori e il noleggio di numerose auto a trazione soltanto elettrica. Sopra il piano terra sono previsti cinque piani con mille posti auto ad ogni piano, tutto di proprietà del Comune senza cedere nulla ai privati e senza aumento delle tariffe attuali.

Soltanto dopo aver reso operativi i nuovi parcheggi sarà possibile dismettere una parte degli attuali parcheggi dell’area e realizzare il nuovo Parco Centrale, utilizzando gli utili che il Comune ricaverebbe dalla gestione dei parcheggi in Città e dalla gestione automatizzata dei nuovi cinquemila posti auto del multipiano.

Con il nostro progetto il Parco Centrale diventerebbe una delle principali attrazioni della Città con ristoranti a tema, impianti di divertimento e un padiglione polifunzionale da duemila posti per congressi, concorsi, manifestazioni di interesse scientifico, mostre e spettacoli musicali e teatrali.

Pescara diventerebbe per il Turista una meta sempre più attrattiva, con notevoli benefici per l’economia cittadina e per tutta la collettività.

Ma per il momento debbiamo pensare a restituire decoro e sicurezza all’attuale parcheggio dell’area di risulta, avendo cura di denominarlo come “Parcheggio Stazione Centrale” al fine di rendere lo stesso più facilmente identificabile con apposita segnaletica stradale.

Inoltre, il parcheggio andrebbe da subito automatizzato con l’introduzione di sbarre elettriche in entrata e in uscita, una sorveglianza continua e la conseguente istituzione di tariffe a tempo con pagamento all’uscita come all’aeroporto, dove i primi venti minuti sono gratuiti.

Avevamo anche presentato il progetto per un parcheggio da mille posti auto sotto Piazza Primo Maggio e proposto un altro parcheggio da cinquecento posti sotto l’ex-FEA, lungo la riviera.

Pensiamo ad un piano della mobilità cittadina che non si limiti alla sola Città di Pescara ma si integri con il contesto interurbano, con parcheggi di scambio serviti da numerosi bus navetta gratuiti per il centro Città.

Dobbiamo incrementare il numero di coloro che raggiungono Pescara con treni o bus senza penalizzare il traffico veicolare cittadino. Occorre rinnovare la flotta dei bus con mezzi elettrici e a metano e favorire l’installazione di postazioni per la ricarica di auto elettriche.

Siamo favorevoli alle piste ciclabili realizzate in sicurezza sulla parte lato strada del marciapiede, a senso unico e con gli appositi semafori di attraversamento stradale per le inversioni di marcia.

Occorre mantenere il doppio senso di marcia su tutte le arterie lunghe e fondamentali per la circolazione cittadina come Corso Vittorio Emanuele, Lungomare Matteotti, Riviera Nord, Via Marconi, Via D’Annunzio e Via Pindaro.

Per quanto riguarda viale Regina Margherita occorre mantenere il senso di marcia Nord-Sud e il libero accesso al traffico anche nell’intera giornata del sabato, che rappresenta il giorno più importante per lo shopping.

Queste sono soltanto alcune delle proposte che avevamo presentato all’Amministrazione Comunale e che potremmo esaminare nel tavolo di indirizzo economico che Vi abbiamo richiesto.

 

PORTO, AEROPORTO, FERROVIA CON ROMA E NUOVA PESCARA

Chiediamo ai candidati a Sindaco di impegnarsi sin d’ora a fare tutto il possibile per sollecitare le opere previste dal nuovo Piano Regolatore Portuale con il deflusso al largo del Fiume Pescara, il dragaggio e il nuovo molo e le nuove banchine di attracco sulla diga foranea per le navi passeggeri e merci. Occorre l’istituzione del veterinario di frontiera anche per l’aeroporto, che va potenziato con lo scalo merci.

Va inoltre sollecitato il progetto di una linea ferroviaria veloce con Roma, dove si trova un bacino di utenza di cinque milioni di persone che farebbero di Pescara il terzo aeroporto di Roma, il porto di Roma sull’adriatico e la spiaggia di Roma sull’Adriatico.

Chiediamo anche ai candidati a Sindaco di impegnarsi per la realizzazione della Nuova Pescara, che rappresenta una grande opportunità per il territorio in considerazione delle sinergie che porterebbero vantaggi a tutti e tre i comuni interessati.

In questo contesto la Nuova Pescara avrebbe i numeri per collocarsi nel novero delle “città metropolitane”, con tutti i vantaggi che ne conseguono in termini di possibilità di attrarre finanziamenti pubblici e investimenti privati con uno sviluppo integrato di infrastrutture materiali ed immateriali.

Anche il turismo avrebbe tutto da guadagnare dalla nascita della Nuova Pescara, potendosi presentare sui mercati con un’offerta alberghiera di tutto rispetto in termini di posti letto e potendo pensare a strutture ricettive anche nelle zone collinari di Spoltore.

Dovremmo pensare anche al riutilizzo di aree importanti come l’ex Cofa e l’ex Cementificio attraverso l’individuazione di attrattori turistici.

Occorre lavorare per superare visioni di breve periodo per abbracciare un progetto di ampio respiro che in un orizzonte più ampio porterà benefici socio-economici a tutto il territorio interessato e a tutta la collettività che in esso risiede e opera.

Pescara è l’unico centro di primario interesse nazionale che non ha lo status di Città Metropolitana

 

 

CALENDARIO EVENTI E ORGANIZZAZIONE

In considerazione del fatto che l’appuntamento elettorale cade a ridosso della stagione estiva crediamo opportuno che vengano comunque garantiti alcuni appuntamenti che, pur in un periodo di crisi, hanno comunque dato sostegno al comparto commerciale.

Crediamo quindi necessario definire, indipendentemente dallo schieramento che si aggiudicherà il consenso alle prossime elezioni, una programmazione di base che preveda almeno quegli eventi che ormai sono divenuti una consuetudine per il commercio.

Riportiamo quindi di seguito le iniziative da mantenere quali punti fermi della programmazione estiva unitamente ad alcune proposte, già avanzate in passato, che potrebbero essere valutare per il periodo estivo:

EVENTI DA RIPETERE:

- NOTTE DEI SALDI: SABATO 6 LUGLIO

- NOTTE BIANCA DEL COMMERCIO: venerdì 2 o sabato 3 AGOSTO

PROPOSTE:

- SALD’IN JAZZ: NOTTE SHOPPING IN CONCOMITANZA CON PESCARA JAZZ

- LA NOTTE DELLE STELLE: sabato 10 AGOSTO

- TUTTI I SABATI DI LUGLIO E AGOSTO: APERTURE SERALI CON EVENTI

Gli eventi legati dovranno essere organizzati da subito con la regia dell’attuale Assessorato al Commercio del Comune di Pescara, che dovrà garantire l’occupazione del suolo pubblico, la copertura Siae, la gratuità del parcheggio dell’Area di Risulta e una base di iniziative da localizzare in alcuni punti di oggettivo richiamo.

Inoltre, a partire dal mese di giugno potrebbe essere avviata in sinergia tra operatori commerciali e Comune di Pescara una campagna con lo slogan “A PESCARA PARCHEGGI GRATIS”, in cui viene rimborsato il costo del parcheggio a chi spende un determinato importo minimo della attività commerciali e nei pubblici esercizi cittadini.

 

INTRODUZIONE MISURE DI FISCALITA’ AGEVOLATA

 

La recente Legge Finanziaria 2019 ha eliminato, anche per i Comuni, il divieto di aumentare la fiscalità locale che era stato invece ribadito nelle leggi di bilancio degli ultimi tre anni.

 

E’ di tutta evidenza che in un momento di grande sofferenza per le imprese occorre evitare qualsiasi ipotesi di aumento dei tributi comunali che potrebbe causare la chiusura di tante attività già gravate da una miriade di imposte, tasse, balzelli e da una burocrazia troppe volte inutile e assurda.

 

Chiediamo viceversa l’impegno ad introdurre una fiscalità di vantaggio al fine di rilanciare l’economia nella Città e nelle periferie come Zanni, Fontanelle e San Donato, in particolare nella zona Franca Urbana che altrimenti non avrebbe ragione di esistere.

 

Si tratta di misure già sperimentate che hanno l’obiettivo di sostenere e rilanciare, attraverso le agevolazioni fiscali, le attività che garantiscono un essenziale servizio ai cittadini, valorizzano le specificità del territorio, costituiscono un prezioso presidio di sicurezza e di vitalità per piccoli e grandi centri.

 

Crediamo infatti che attraverso una lungimirante modulazione della tassazione locale si possa mantenere costante il gettito fiscale del Comune, gettito che potrebbe in seguito aumentare con l’apertura di nuove attività.

 

Ecco alcune delle proposte di Confcommercio Pescara:

 

- esenzione per tre anni di tutti i tributi locali per chi apre una qualsiasi attività commerciale in un negozio sfitto da oltre sei mesi oppure in una struttura situata nella zona Franca Urbana;

 

- agevolazioni con riduzione alla metà per tre anni delle aliquote Tasi e Imu per tutti i locali commerciali nella zona Franca Urbana ed anche a favore dei quei proprietari che in altre parti della Città avranno ridotto del 30%, per almeno tre anni, il canone del contratto per un locale commerciale, in corso da oltre un anno, mediante apposito atto registrato finalizzato ad agevolarne la ripresa economica.

 

- rimodulazione dell’imposta di pubblicità e della tassa di occupazione suolo pubblico con esenzione totale per fioriere, tende o elementi di arredo che non hanno fine economico ma che servono solo ad abbellire la città;

 

- revisione delle tariffe Tari che gravano in maniera insopportabile su alcune categorie come ristoranti, bar, ortofrutta, etc. ed esenzione, nel calcolo della Tassa Rifiuti, di tutte le superfici non operative e di quelle che producono rifiuti speciali già smaltiti, per legge, a carico delle imprese.

 

 INTRODUZIONE MISURE SU SICUREZZA E VERDE CONTRO IL DEGRADO URBANO

Da diversi anni si assiste ad un lento ma progressivo aumento del degrado urbano che di fatto aumenta la percezione di incuria e insicurezza e rende la città meno attrattiva.

 

Da sempre la nostra associazione si è spesa per una città più sicura, più illuminata e più verde, nella convinzione che investire su questi punti sia fondamentale per rilanciare Pescara come polo di attrazione turistico e commerciale.

 

Dal punto di vista della sicurezza occorre incrementare il sistema di controllo mediante telecamere collegate alle Forze dell’Ordine, proseguire l’esperimento di presidio dell’area di risulta mediante vigilanza privata, contrastare con maggiore forza l’abusivismo commerciale nelle vie del centro e sulle riviere e trovare una soluzione per le troppe situazioni di bivacco diurno e notturno che ormai caratterizzano in maniera permanente vari punti della città, anche in pieno centro.

 

Strettamente collegato al tema sicurezza è il problema dell’illuminazione cittadina, che negli ultimi tempi non riesce neanche ad essere garantita sull’intero territorio con intere vie che in maniera alternata restano pericolosamente al buio.

 

Va assolutamente evitato che questa situazione venga perpetrata, e al riguardo uno dei primi interventi dovrebbe riguardare l’implementazione del sistema di illuminazione a led nell’intera città che porterebbe una riduzione sia dei consumi che della potenza necessaria per garantire il funzionamento contemporaneo dell’intera rete.

 

Ultimo aspetto fondamentale per contrastare il degrado urbano è quello relativo alla necessità di aumentare il verde. Anni fa la nostra associazione lanciò una campagna di manifesti 6x3 con il messaggio “Pescara deve diventare la città più verde dell’Adriatico”, nella certezza che realizzare tale proposito sarebbe stato il miglior biglietto da visita per fare nuovamente di Pescara una città capace di attrarre.

 

Purtroppo questo non è avvenuto, per cui chiediamo un cambio di passo da questo punto di vista partendo da Piazza Salotto, che va arricchita di piante e fiori, per arrivare alla piantumazione di oleandri, piante molto resistenti e a bassa manutenzione, in vari punti nevralgici a partire dall’area di risulta.

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners