fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

CONFCOMMERCIO PESCARA CONTRO GLI AUMENTI TARI

Il Presidente della Confcommercio Pescara Franco Danelli:

“Siamo delusi dal provvedimento adottato dal Comune di Pescara in materia di TARI che prevede ulteriori aumenti alle tariffe che gravano sulle attività economiche che già erano fra le più alte a livello nazionale.

Ci saremmo aspettati invece, anche in considerazione del grave momento di crisi attraversato dalle piccole e medie imprese, una riduzione delle stesse in continuità con il percorso che avevamo intrapreso negli ultimi anni con gli Assessori Sammassimo e Sulpizio  tendente a riportare le tariffe gradualmente verso importi più sopportabili per le imprese.

Le tariffe richieste a ristoranti e pizzerie, che sfiorano i 18 euro a mq., o a bar, ortofrutta e pescherie, che superano i 15 euro a mq., sono spropositate e insostenibili per le imprese.

Sono anni che chiediamo l’adozione di alcune misure, già applicate in tanti comuni, per ridurre il peso della TARI sulle attività economiche più penalizzate ma purtroppo ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro positivo in merito.”

Ecco le misure da sempre chieste dalla Confcommercio per rimodulare le tariffe in maniera più equa e sostenibile per le categorie più penalizzate:ridurre il peso sulle imprese:

1) Ridefinizione delle superfici tassabili per le attività non domestiche escludendo o tassando al minimo le aree non produttive di rifiuti (Bagni, Spogliatoi, Cantine, Magazzini, etc.);

2) Detassazione di superficie per le attività che producono rifiuti speciali o pericolosi non assimilabili agli urbani come Ristoranti, Friggitorie, Gastronomie, Pub che producono oli di frittura già obbligatoriamente conferiti a ditte specializzate in quanto rifiuti speciali;

3) Applicazione, nell’ambito delle utenze non domestiche, dei coefficenti minimi alle categorie più penalizzate dalla TARI (Ristoranti, Bar, Ortofrutta, Pescherie, Fiori, Pizza al taglio) applicando al contempo coefficenti più elevati  a carico di altre categorie che con il passaggio alla TARI hanno avuto tariffe ridotte rispetto al passato (Banche, Ipermercati,  Studi Professionali, Magazzini, etc).

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners