fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

NON DOBBIAMO PERDERE IL VOLO PESCARA-ROMA

LA CONFCOMMERCIO PESCARA ESPRIME FORTE PREOCCUPAZIONE

 PER LA PAVENTATA SOPPRESSIONE DEL VOLO CON LA CAPITALE

CHE RISCHIA DI INDEBOLIRE ULTERIORMENTE L’AEROPORTO D’ABRUZZO

                                  

La Confcommercio di Pescara esprime forte preoccupazione per la paventata ed imminente soppressione del volo Pescara-Roma da parte di Alitalia:

“Siamo stupiti da una decisione che riteniamo fuori luogo e fuori tempo in quanto la rotta in questione non ha avuto il necessario margine temporale per poter dimostrare con i numeri le sue potenzialità.

Crediamo infatti che dopo un’iniziale fase di inevitabile rodaggio proprio nell’ultimo periodo si cominciavano a raccogliere i primi positivi riscontri.

Molto altro si sarebbe potuto ancora fare con un’adeguata promozione veicolata mediante un apposito Piano Marketing orientato sia al bacino regionale che alle destinazioni di partenza di voli internazionali Alitalia caratterizzate da una forte comunità abruzzese.

Inoltre il fatto che la rotta non abbia una resa diretta in termini economici va anche legata al fatto che si tratta di una tratta breve ed a basso costo ma che genera indirettamente reddito in quanto la stessa fa da volano per altri voli dell’Alitalia a lungo raggio, in partenza da Roma, che hanno prezzi di mercato e generano notevoli introiti alla stessa compagnia.

Infatti, chi si reca a Fiumicino in pullman può scegliere di partire con il vettore collegato più conveniente mentre chi prende il Pescara-Roma con Alitalia e spesso conseguentemente collegato ad un volo Alitalia o Ethiad.

Crediamo quindi che la Regione Abruzzo, così come fatto con la vicenda Ryanair, debba immediatamente intervenire nei confronti di Alitalia per salvaguardare il volo in questione evidenziando che la sua soppressione rappresenterebbe una lacuna strategica.

Non possiamo assolutamente perdere il volo Pescara-Roma poiché tale eventualità, unita alla difficile trattativa con Ryanair, rischia di affondare definitivamente lo scalo pescarese con pesanti ricadute sull’intera economia abruzzese”

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners