fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

LA CONFCOMMERCIO DI PESCARA CHIEDE LA SOSPENSIONE DELLA FUSIONE FRA LE CAMERE DI COMMERCIO DI CHIETI E PESCARA

Il Presidente della Confcommercio di Pescara Ezio Ardizzi:

 

            “La recente presa di posizione di alcuni consiglieri della Camera di Commercio di Chieti che hanno espresso dubbi e perplessità circa il processo di fusione fra gli Enti Camerali di Chieti e Pescara ci consente di ribadire il nostro pensiero al riguardo.

Abbiamo più volte auspicato l’accorpamento fra Camere di Commercio, ma a favore di un’unica Camera di Commercio Regionale con sede a L’Aquila e distaccamenti operativi nelle altre tre province.

            Siamo convinti, alla luce della sempre più necessaria e auspicata applicazione della spending review a tutti i livelli della Pubblica Amministrazione, che non risulti più opportuno mantenere gli apparati burocratici attuali, ma che occorra concentrare tutte le funzioni decisionali in un unico Ente Camerale con sede a L’Aquila.

            Ciò premesso e ribadito, condividiamo pienamente le perplessità espresse dai consiglieri della CCIAA di Chieti ed al riguardo, in coerenza con la dichiarazione a verbale sottoscritta dai sei consiglieri camerali della Confcommercio di Pescara al momento della delibera di fusione del maggio scorso, chiediamo anche alla CCIAA di Pescara di sospendere l’accorpamento fra le due Camere in attesa di verifiche, approfondimenti e certificazioni.

            Crediamo, infatti, che un’attenta riflessione, supportata da dati ed analisi relative ad entrambi gli Enti, sia quantomai necessaria per valutare se convenga davvero portare avanti tale accorpamento o se, come già detto, sia più opportuno lavorare nell’ottica di addivenire ad un'unica Camera di Commercio Abruzzese.”

            

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners