fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

AREE EX-COFA: LE PROPOSTE DELLA CONFCOMMERCIO PER IL MIGLIORE UTILIZZO DELL’AREA - RICHIESTA INCONTRO AL SINDACO ALESSANDRINI E AL PRESIDENTE DELLA REGIONE D’ALFONSO

Abbiamo appreso con soddisfazione della priorità espressa dal Sindaco di Pescara Alessandrini in merito al futuro delle aree ex-Cofa, plaudendo altresì alla volontà espresso dal Governatore Regionale D’Alfonso per una eventuale donazione delle superfici in questione - attualmente di proprietà della Regione - al Comune di Pescara.

Del resto, anche le recenti analoghe azioni operate da regioni fra le quali Toscana, Emilia Romagna e Lombardia confermano la bontà di una soluzione che consentirebbe al Comune di Pescara di disporre, senza ulteriori esborsi di denaro pubblico, di una grandissima opportunità di riqualificazione di aree che rischierebbero altrimenti di restare inutilizzate.

Sappiamo quanto non ci siano cose più definitive di quelle provvisorie; la questione va invece affrontata in maniera condivisa e collaborativa con tutti i portatori di interessi della cittadinanza e della collettività.

Non possiamo che trovarci quindi in pieno accordo con le volontà espresse dal Primo Cittadino e dal Presidente della Giunta Regionale.

Da tantissimi anni - addirittura dal lontano 1986 - la nostra Associazione si è interessata del destino di questa importantissima risorsa, suggerendo addirittura fin da allora le migliori soluzioni - applicate poi con successo dagli amministratori dell’epoca - volte al ripianamento delle esposizioni finanziarie del vecchio mercato ortofrutticolo.

Così il Presidente Ardizzi:

“Quasi quarant’anni di esperienza, che saremmo e saremo ben lieti di poter mettere a beneficio di Comune e Regione, rendendoci fin da subito disponibili ad un incontro-dibattito con Sindaco e Governatore Regionale per poter offrire il nostro contributo di conoscenze e proposte, e poter discutere e verificare insieme le migliori soluzioni per il futuro dell’ex-Cofa.

Non a caso, abbiamo di recente interessato anche la facoltà di Architettura dell’Università D’Annunzio per “concretizzare” graficamente alcune ipotesi di utilizzo della superficie, sulla quale ribadiamo deve e dovrà essere evitata ogni possibile speculazione in favore della creazione di forti attrattori turistici quali un Teatro virtuale, un centro congressi, un planetarium, aree a verde, solo per citarne alcuni”.

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners