fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE

 

LA CONFCOMMERCIO PESCARA DICE NO ALL’APPROVAZIONE URGENTE DEL PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE REDATTO DALLA REGIONE ABRUZZO

   

“PERCHE’ TANTA FRETTA PER APPROVARE A TERMINE DI LEGISLATURA UN PIANO COSI’ IMPORTANTE? PERCHE’ COSI’ TANTE DEROGHE AL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DI QUALITA’ DELLE ACQUE FISSATI PER IL 2015? TANTE DOMANDE CHE CHIEDIAMO CHE SIANO AFFRONTATE DAL PROSSIMO CONSIGLIO REGIONALE”

   

La Confcommercio Pescara dice no all’approvazione urgente del Piano di Tutela delle Acque redatto dalla Regione Abruzzo.

   

Il Presidente della Confcommercio Pescara, Ezio Ardizzi:

   

“Quando una materia così importante viene affrontata a fine legislatura con estrema urgenza è legittimo richiedere maggiore tempo per approfondire l’argomento.

 

Tale richiesta è ancor più rafforzata dal fatto che il Piano prevede numerosissime deroghe al raggiungimento degli obiettivi di qualità delle acque fissati per il 2015.

 

Si tratta tra l’altro di un argomento trasversale che assume implicazioni notevoli per il futuro dell’agricoltura, del turismo, della pesca e dell’ambiente della nostra regione e che per questo andrebbe approfondito e concordato con le associazioni rappresentative dei suddetti segmenti.

 

Ci chiediamo perché il Consiglio Regionale, che ha avuto ben cinque anni per legiferare in materia, abbia deciso proprio in extremis di portare il Piano all’approvazione.

 

Non vorremmo che la grande quantità di deroghe richieste, rispetto agli standard previsti dall’Unione Europea per la qualità delle acque dei fiumi, sottenda una sorte di sanatoria dell’inquinamento prodotto da alcune industrie.

 

La qualità dei fiumi è troppo importante per il futuro delle principali attività economiche dell’abruzzo che sono l’agricoltura, il turismo e la pesca e noi intendiamo vigilare affinchè queste autentiche ricchezze del nostro territorio non vengano messe a rischio da scelte improvvide ed improvvise.

 

Per capire se davvero esistono motivazioni fondate alla base di questa fretta, apparentemente incomprensibile, chiediamo di essere ascoltati in tempi brevi dalla competente Commissione Regionale”.

 

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners