fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

LA CONFCOMMERCIO DI PESCARA CONTRO L'INTRODUZIONE DELLA TASSA DI SOGGIORNO PAVENTATA DAL COMUNE DI MONTESILVANO

   

“L’ENNESIMO BALZELLO SULLE SPALLE DEGLI IMPRENDITORI DEL TURISMO IN UN MOMENTO IN CUI ANDREBBERO INVECE ATTIVATE MISURE DI SOSTEGNO PER COMBATTERE LA CRISI DEL SETTORE ALBERGHIERO”

   

            La Confcommercio di Pescara interviene per manifestare una netta contrarietà all’introduzione della tassa di soggiorno paventata dal Comune di Montesilvano.

   

            Si tratta dell’ennesimo balzello sulle spalle degli imprenditori del turismo, che andrebbe a penalizzare ulteriormente un settore già pesantemente piegato dalla crisi economica.

   

            Infatti, la tassa di soggiorno viene percepita negativamente dal cliente e diviene fattore discriminante nelle scelte, specie per destinazioni prettamente per famiglie come Montesilvano.

   

            Inoltre, non stiamo parlando di città come Roma, Firenze o Venezia conosciute universalmente e mete turistiche cui nessuno rinuncerebbe indipendentemente dalla tassa di soggiorno; Montesilvano è una destinazione low cost, che si gioca la sua partita con altre analoghe mete turistiche su differenze anche minime sul prezzo dell’offerta.

   

            Riteniamo anzi che, di fronte a dati allarmanti che parlano di tassi di occupazione delle camere d’albergo in costante e drammatico calo e di crisi del settore congressuale, andrebbero predisposte misure di sostegno alle imprese per evitare che le stesse a breve debbano chiudere i battenti.

   

            Tanti sono gli alberghi che negli ultimi anni in Abruzzo sono stati riconvertiti in appartamenti

 

a causa dell’insostenibilità della pressione fiscale e dal calo delle presenze; evitiamo di prendere provvedimenti che possano accelerare ulteriormente un processo negativo per l’economia turistica del nostro territorio.

   

            Chiediamo invece che vengano avviate politiche di valorizzazione e promozione del nostro territorio che possano favorire l’incoming e dare nuovo slancio al settore del turismo che ricordiamo è l’unico comparto che ancora offre occupazione e che non è delocalizzabile in alcun modo.

 

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners