fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

PIANO TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE

LA CONFCOMMERCIO PESCARA CHIEDE L'IMMEDIATA REVISIONE

DEL PIANO TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE APPROVATO

DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

 

“BASTA SPRECHI RIMETTIAMO AL CENTRO DELL’AZIONE POLITICA

 

LE REALI ESIGENZE DELLA CITTA’ E DEI CITTADINI”

 

           

 

            La Confcommercio di Pescara interviene in merito al Piano Triennale delle opere pubbliche di recente approvato dall’Amministrazione Comunale di Pescara.

 

Il Presidente Ezio Ardizzi:

 

            “Siamo per l’ennesima volta stupefatti nel leggere di una miriade di costosi interventi sulla nostra città dei quali, nella maggior parte dei casi, non si avverte né l’urgenza né tantomeno la necessità.

 

            Tutto ciò in un momento di grave crisi economica che sta mettendo in ginocchio famiglie ed aziende e che non risparmia neanche le casse comunali visto che più volte si è fatto riferimento al dissesto finanziario per giustificare provvedimenti pesanti per la cittadinanza come la recente Tares.

 

            Ci chiediamo quindi: o i soldi ci sono o non ci sono. E se non ci sono che senso ha la redazione di un piano triennale faraonico che avrebbe l’unico risultato di aggravare ulteriormente i conti del Comune con pesanti ricadute per l’intera collettività?

 

            Sollecitiamo quindi l’immediata revisione del suddetto piano e soprattutto la cancellazione di tutti quegli interventi, a partire da Corso Vittorio, che non solo non sono necessari ma che addirittura sono palesemente dannosi.

 

            Al contempo invitiamo a dirottare le risorse così risparmiate alla salvaguardia della nostra Città che sta letteralmente cadendo a pezzi come evidenziato ad esempio dalla incredibile incuria della strade, dagli asfalti logori e piene di buche che sono autentici crateri.

 

            Crediamo che in una fase delicata come quella attuale venga maggiormente apprezzata una seria politica di spending review, che sacrifichi inutili e costosi interventi pubblici per restituire qualcosa nelle tasche di aziende e cittadini, piuttosto che la solita sequela di cantieri pre elettorali messi in piedi allo scopo di accattivarsi il consenso.

 

            Basta con gli sprechi! Basta con piani cervellotici e svuota casse comunali! Occorre ripensare una politica che metta al centro della sua azione le reali esigenze della Città e dei cittadini e che in questo momento punti sull’ordinaria amministrazione del territorio e su una riduzione forte della fiscalità locale.”

 

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners