fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

ACCOLTO IL RICORSO AL TAR PRESENTATO DALLA CONFCOMMERCIO DI PESCARA

ACCOLTO IL RICORSO AL TAR DELLA CONFCOMMERCIO DI PESCARA PER OTTENERE LA SOSPENSIVA DEI LAVORI PROPEDEUTICI ALLA RIQUALIFICAZIONE E PEDONALIZZAZIONE PARZIALE DI CORSO VITTORIO EMANUELE

“AVREMMO PREFERITO IL CONFRONTO ALLO SCONTRO MA VISTA LA SITUAZIONE E’ UN PRIMO PASSO IMPORTANTE PER EVITARE UNA SCELTA SCELLERATA PER LA CITTA’ DI PESCARA”

            La Confcommercio di Pescara comunica che il TAR Abruzzo ha accolto il ricorso, presentato per il tramite dell’Avv. Tenaglia, per ottenere la sospensiva dei lavori propedeutici alla riqualificazione e pedonalizzazione parziale di Corso Vittorio Emanuele.

           

            In particolare il ricorso chiedeva l’annullamento, previa sospensiva, della delibera della Giunta Comunale che ha dato il via libera ai lavori di infrastrutturazione e riqualificazione delle strade e piazze che dovrebbero portare alla realizzazione dell’arteria di collegamento fra Piazza della Repubblica ed il crocevia Via Teramo/Via De Gasperi; in pratica dell’arteria su cui dovrebbe confluire il traffico di Corso Vittorio Emanuele in seguito alla chiusura dovuta alla riqualificazione e pedonalizzazione prevista.

Il Presidente della Confcommercio Ezio Ardizzi:

“Avremmo preferito un confronto costruttivo con l’Amministrazione Comunale sulle strategie necessarie a rilanciare le attività che insistono su Corso Vittorio Emanuele ma vista la situazione siamo stati costretti ad andare allo scontro tramite il ricorso al TAR.

L’accoglimento della nostre istanze rappresenta un primo passo importante per evitare una scelta scellerata per la città di Pescara che tra l’altro comporta per l’ennesima volta un ingente spreco di risorse pubbliche.

Speriamo che la sospensiva del lavori induca qualcuno ad una riflessione approfondita su un idea progettuale che avrebbe il sicuro effetto di peggiorare la viabilità cittadina e di affondare le attività economiche di Corso Vittorio e zone limitrofe.

Non a caso la grandissima maggioranza di queste ultime si è espessa in maniera netta contro il provvedimento in questione in un sondaggio porta a porta da noi effettuato.

Avevamo detto qualche giorno fa di essere amareggiati, delusi ma non rassegnati; ebbene la vittoria di oggi al TAR dimostra proprio questo e continueremo a combattere in ogni sede per tutelare le attività economiche di Corso Vittorio e dell’intera città.

Se poi l’Amministrazione Comunale avesse l’avvedutezza di fare un passo indietro e volesse riaprire un confronto sereno su cosa sia veramente utile per rilanciare l’economia cittadina, siamo sin d’ora disponibili, senza peccare di presunzione, a dare il nostro contributo di esperienza e competenza per indirizzare scelte strategiche efficaci per Pescara”.

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners