fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

LA CONFCOMMERCIO ATTACCA DURAMENTE SUL PROBLEMA DEI PARCHEGGI

LA CONFCOMMERCIO ATTACCA DURAMENTE ALL’INDOMANI DEL PRIMO WEEK END ESTIVO CHE HA COMPORTATO FORTI DISAGI PER IL PARCHEGGIO CULMINATI IN TRECENTO MULTE E OLTRE VENTI AUTO RIMOSSE

IL PRESIDENTE EZIO ARDIZZI:

“SONO ANNI CHE SOLLECITIAMO UN PIANO PARCHEGGI CAPILLARE AL SERVIZIO DI CHI VUOLE VENIRE NELLA NOSTRA CITTA’ ED INVECE CI RITROVIAMO CON MULTE SALATE CHE SCORAGGERANNO CHI HA SCELTO LE NOSTRE SPIAGGE DAL TORNARE A PESCARA”

            La Confcommercio Pescara interviene con decisone all’indomani del primo week end estivo che ha riproposto nuovamente il problema della carenza di parcheggi in città evidenziato dalle circa trecento multe comminate e dalla rimozione di oltre venti auto.

Il Presidente Ezio Ardizzi:

“Siamo veramente stufi, sono anni che sollecitiamo un piano parcheggi capillare che vada ad individuare delle microaree di sosta all’interno del centro cittadino al servizio di chi vuole venire nella nostra città ed invece puntualmente ci ritroviamo di fronte a caterve di multe ed auto rimosse.

Non ne possiamo più! Le trecento multe di ieri sono multe di trecento famiglie che faticosamente gli operatori commerciali, dagli stabilimenti balneari ai commercianti, sono riusciti a far arrivare in città dalle zone interne e che non torneranno più a Pescara.

Non vogliamo attaccare i vigili urbani che hanno comminato le multe, ma la Giunta Comunale che con le sue scelte scellerate ha creato le condizioni perché quelle multe fossero effettuate!

Questa Giunta Comunale non può continuare ad insistere con le aree di risulta con l’annuncio di due silos che saranno realizzati per accontentare chi sa chi!

Non è di questo che Pescara ha bisogno perché quello che manca sono parcheggi distribuiti capillarmente nelle zone nevralgiche della città e che potrebbero essere individuati senza fatica.

A questo aggiungiamo che anni fa avevamo proposto un grande parcheggio interrato in Piazza I Maggio, che avrebbe risolto gran parte dei problemi suddetti, ma anche quello non è stato minimamente preso in considerazione. Così come la proposta di un grande parcheggio presso il Campo Rampigna e tante altre idee inopinatamente scartate.

A tutto ciò si sono aggiunti i lavori in corso, in piena estate, su Pescara Sud e su Pescara Nord che hanno letteralmente scoraggiato tante famiglie che volevano recarsi al mare e che sono state costrette a rinunciare alle nostre spiagge.

Potremmo soffermarci su tante altre incredibili mancanze, come l’inopinata chiusura del parcheggio ex Fea di domenica. Quello che ribadiamo è che non si può essere così miopi da non capire che Pescara è una città a vocazione commerciale che ha bisogno di far venire gente e non di respingerla come avvenuto ieri.

Ecco perché diciamo basta a provvedimenti autolesionistici e chiediamo che venga urgentemente creato un gruppo di lavoro, cui debbano partecipare anche le associazioni di categoria, che individui soluzioni immediate per risolvere le problematiche inerenti i parcheggi al fine di dare un po’ di ossigeno alle attività economiche cittadine”.

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners