fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

PRESENTATO MERCOLEDI’ 11 SERA A COMMERCIANTI E CITTADINI IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA DI RISULTA REDATTO PER LA CONFCOMMERCIO DI PESCARA

PRESENTATO MERCOLEDI’ 11 SERA A COMMERCIANTI E CITTADINI

IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA DI RISULTA REDATTO PER LA CONFCOMMERCIO DI PESCARA

Il Presidente della Confcommercio Pescara Franco Danelli:

“Abbiamo presentato ieri sera presso il Museo Vittoria Colonna, in un incontro aperto ai commercianti e ai cittadini, il progetto di riqualificazione dell’Area di Risulta commissionato dalla nostra associazione e redatto dall’Arch. “Nino” Catani.

Davanti ad una vasta platea abbiamo illustrato nei dettagli la nostra ipotesi progettuale che si contrappone nettamente a quella presentata dal Comune di Pescara, la quale prevede la diminuzione dei posti auto rispetto a quelli attuali, la realizzazione di appartamenti e negozi di cui non si avverte affatto il bisogno e l’affidamento a privati della gestione dei parcheggi cittadini a tariffe esorbitanti, che condannerebbero a morte certa il commercio cittadino. Inoltre, questo affidamento a privati dei parcheggi cittadini condannerebbe in futuro il Comune a dover risarcire l’impresa per le aree che dovessero essere utilizzate per ampliare le zone pedonali e per nuove piste ciclabili.

Il nostro progetto prevede invece un solo multipiano di proprietà del Comune sul lato Nord dell’Area di Risulta con ingressi dalla rotonda Michelangelo, con facciate in vetro fotovoltaico, giardini verticali e quattromila posti auto nei piani superiori e un piano terra intermodale per i servizi, il parcheggio gratuito dei disabili, gli autobus navetta elettrici, il noleggio dei furgoncini elettrici, delle biciclette e delle auto elettriche, che in futuro saranno i soli veicoli a poter circolare in Città.  Nei due piani interrati troveranno posto circa ottocento box più altri duecento sotto l’area di fronte al Bingo, area che dovrà rimanere scoperta per lasciare lo spazio ampio come oggi si trova.  Tutti i box resteranno di proprietà dell’Impresa Costruttrice che potrà venderli a prezzi di mercato per coprire i costi del multipiano.

Il Comune di Pescara, tramite la società Pescara Parcheggi, manterrebbe la gestione dei parcheggi cittadini; sarà quindi libero di ampliare le zone pedonali e assumerebbe la gestione dei quattromila posti auto del multipiano senza alcuna modifica delle tariffe attuali. Inoltre il Comune avrà anche avanzi di bilancio da investire per il Parco Centrale attrezzato che dovrà diventare una delle principali attrazioni della Città. La stazione degli autobus urbani ed interurbani avrà un proprio piazzale con  proprie pensiline e propri servizi.”

PUNTI DI FORZA DEL PROGETTO

RISPETTO A QUELLO DEL COMUNE:

PIU’ PARCHEGGI: 4.000 posti auto anziché 2.000 posti auto

PIU’ VERDE: Parco Centrale, Teatro Verde, Giardino degli Odori e delle Spezie

PIU’ SPAZI CULTURALI E RICREATIVI: Spazio Culturale Polifunzionale, Impianti Sportivi

PIU’ BOX AUTO PER I RESIDENTI: situati nei piani interrati di fronte al Bingo, in Via Pisa e in Via Teramo, che sarebbero di proprietà dell’impresa costruttrice e la cui vendita coprirebbe i costi del progetto

MENO SMOG: pareti in cemento “mangia smog” ricoperte da un giardino verticale

MENO COSTI PER IL PARCHEGGIO: le tariffe per la sosta auto rimarrebbero invariate rispetto agli aumenti spropositati previsti dal progetto del Comune

NO AD ABITAZIONI E NEGOZI: il progetto del Comune prevede invece edilizia residenziale e commerciale di cui non si avverte il bisogno

NO ALLA GESTIONE DEI PARCHEGGI AI PRIVATI: nel progetto del Comune tutti i parcheggi della città e quelli dell’Area di Risulta passerebbero a gestione privata con tariffe più alte e nessun introito per il Comune. In quello della Confcommercio il Comune continuerebbe a gestire tutti i parcheggi, tramite Pescara Parcheggi, a tariffe invariate e con un introito annuo di circa 6,5 milioni di euro senza doversi esporre a futuri risarcimenti all’impresa privata qualora lo stesso Comune dovesse ampliare le zone pedonali e le piste ciclabili

NO ALLA STAZIONE DEI PULLMAN INTERRATA: nel progetto del Comune la Stazione dei pullman sarebbe interrata, con evidenti problemi di sicurezza e di salute per gli inevitabili gas di scarico degli autobus. Invece in quello della Confcommercio la Stazione dei pullman sarebbe all’aperto con apposite pensiline e servizi per gli utenti

 

 

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Partners