fb bigfb bigfb big


puls dx pdf corsi partenza

SABATO 3, DOMENICA 4 E LUNEDI’ 5 APRILE TUTTA ITALIA IN ZONA ROSSA DA MARTEDI’ 6 APRILE IN ABRUZZO TORNA LA ZONA ARANCIONE

INTANTO E’ STATO VARATO IL NUOVO DECRETO LEGGE CHE PROROGA FINO A FINE APRILE LE MISURE IN VIGORE

ED ESCLUDE QUINDI AL MOMENTO L’IPOTESI DI UN RITORNO IN ZONA GIALLA

APERTURE E CHIUSURE PER LE PROSSIME GIORNATE:

Ricordiamo che nel week end di Pasqua, da sabato 3 aprile a lunedì 5 aprile, sarà in vigore in tutta Italia la zona rossa con le seguenti disposizioni:

  • Chiusura dei negozi al dettaglio, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità
  • Chiusura dei pubblici esercizi (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ecc,), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale; resta consentita senza restrizioni orarie la consegna a domicilio mentre l’asporto è consentito dalle 5.00 alle 22.00 salvo per le attività identificate dal codice Ateco 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) per le quali l’asporto è consentito dalle 5.00 alle 18.00.
  • Chiusura dei centri commerciali e strutture ad essi assimilabili, con apertura concessa solo alle farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccherie

Da martedì 6 aprile torna la zona arancione (salvo comuni eventualmente sottoposti a restrizioni per Ordinanza Regionale) con le seguenti disposizioni:

  • Apertura dei negozi al dettaglio;
  • Chiusura dei pubblici esercizi (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ecc,), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale; resta consentita senza restrizioni orarie la consegna a domicilio mentre l’asporto è consentito dalle 5.00 alle 22.00 salvo per le attività identificate dal codice Ateco 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) per le quali l’asporto è consentito dalle 5.00 alle 18.00.
  • Nei giorni festivi e prefestivi chiusura dei centri commerciali e strutture assimilabili, con apertura concessa solo alle farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccherie

NUOVO DECRETO LEGGE CHE ENTRERA’ IN VIGORE IL PROSSIMO 7 APRILE:

E’ stato intanto varato dal Consiglio dei ministri il nuovo Decreto anti Covid, che entrerà in vigore il 7 aprile prossimo e che di fatto prorogherà le restrizioni introdotte dal precedente decreto valido fino al 6 aprile. 

Quindi, purtroppo, nessun allentamento dopo Pasqua: l’Italia resterà in zona arancione o rossa fino alla fine di aprile.

Bar e ristoranti resteranno chiusi fino a fine mese salvo deroghe che potrebbero essere concesse dal Consiglio dei Ministri in base all’andamento dei dati nelle regioni.

E’ infatti previsto nel decreto che qualora l'andamento della pandemia e della campagna di vaccinazione dovessero consentirlo potranno essere concesse deroghe per ripristinare le zone gialle e concedere alcune aperture anche prima del 30 aprile.

Confermato il coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00, spostamenti vietati in tutto il Paese, niente visite a parenti e amici in zona rossa, chiusura per palestre, piscine, cinema e teatri.  

Il testo approvato contiene anche due importanti novità rispetto al decreto che andrà di fatto a sostituire:

  • il personale che opera nella sanità, farmacisti compresi, avrà l'obbligo di vaccinarsi;
  • per la scuola i presidenti di Regione non potranno emanare ordinanze contrarie alla presenza fino alla prima media in zona rossa (fino alla terza media in arancione, con le superiori in presenza al 50%).

Questo il commento del Presidente Nazionale della Confcommercio, Carlo Sangalli:

“Le imprese del terziario sono di fronte ad una situazione estrema: sostegni del tutto insufficienti, mentre le prospettive restano un miraggio. Il nuovo decreto, infatti, prevede per tutto aprile solo zone rosse o arancioni salvo deroghe. Servono, invece, riaperture progressive e in sicurezza. Serve soprattutto, prima che sia troppo tardi, la svolta tanto attesa dal Governo Draghi che ancora non si vede”.

 

 

Partners